Bambini timidi: come aiutarli rispettando la loro natura

Molto spesso si pensa che i bambini timidi non abbiano le stesse possibilità di inserirsi in società rispetto a quelli estroversi.
La timidezza invece va vissuta come una caratteristica del carattere e non come un difetto; la maggior parte dei bambini sono timidi per il semplice fatto che essendo piccoli hanno paura di ciò che è estraneo ed è quindi più che normale sentirsi sicuri solo con le persone note e costanti nella loro vita. bambina osserva fuori dalla finestra
La diffidenza nei confronti di chi non si conosce e il non fidarsi è normalissimo.
Ricordo che da piccola mia madre mi invitava a salutare le persone che incontravamo, io non lo facevo e non perché fossi maleducata, ma per timidezza e anche per questo motivo rimanevo paralizzata o balbettavo se dovevo iniziare o intervenire in una discussione; odiavo quando diventavo rossa se mi rivolgevano la parola e abbassavo lo sguardo, non riuscivo a guardare negli occhi chi mi stava davanti.
Che imbarazzo!
La mia, comunque, è stata un infanzia serena, un po' più solitaria degli altri, non sono andata all'asilo perché mia madre non lavorava, ma non ho avuto nessuna difficoltà a relazionarmi con gli altri bambini, con loro ero molto socievole.
Spesso la mancanza di rassicurazioni aumenta la timidezza nei bambini; non si devono imporre stili di vita diversi da quelli del bambino stesso, ma aumentarne l'autostima.
Inoltre, mai imporre feste o incontri con altri bambini che il piccolo non desidera fare.

Ma come aiutare i bambini a superare la loro timidezza?

  • Accettare il bambino così com'è, conoscere e capire a fondo il suo carattere;
  • Fargli dei complimenti e non considerare la sua timidezza come un difetto;
  • Aiutarlo nel possibile ad affrontare ciò che lo spaventa;
  • Non dirgli in continuazione che è timido perché gli confermerà quello stato ancora di più;
  • Se si hanno altri figli, mai fare confronti fra di loro oppure con altri bambini;
  • Rassicurarlo sempre per quello che è, per il suo carattere che, in quanto suo, va bene così com'è;
  • Parlare con i propri figli delle loro ansie è molto importante, non sottovalutare mai le loro paure: entrare a far parte di un gruppo, frequentare una nuova scuola, possono causare loro preoccupazione, ma non anticiparne mai i tempi, sono loro che devono sentirsi pronti.

bambino timido maglione blu Bisogna far capire ai bambini che non devono aver paura di affrontare una situazione nuova e che l'esito non dipende mai dal valore della loro persona.
Superare "la prima volta" in molte situazioni aiuterà i bambini ad affrontarne altre: molti personaggi dello spettacolo hanno dichiarato di aver vinto la loro timidezza affrontando ciò che li angosciava, come parlare in pubblico, ad esempio.
Un valore particolare che hanno i timidi è il saper ascoltare; questo è uno dei lati positivi della timidezza che associata alla discrezione fa si che, alla fine, vengano apprezzati da chi inizia a conoscerli meglio.
La voglia di essere approvati e amati rende le persone timide molto attente alle esigenze degli altri.
Se i vostri figli sono timidi, non allarmatevi, io sono tutt'ora timida, provo imbarazzo, ma ho imparato a superarlo e ad affrontarlo: divento ancora rossa, ma non abbasso più lo sguardo e credetemi, in questa società così superficiale, trovare ancora persone trasparenti e sensibili, che esprimono ciò che sentono nella loro anima, è molto bello e piacevole.
Non siete d'accordo? Esprimete nei commenti la vostra opinione.

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento