Il coito interrotto è sicuro? Sentite un po' che rischi!

Il coito interrotto non è un metodo contraccettivo e non è affidabile, perché soggetto ad un'alta quota di fallimenti. Inoltre comporta molti rischi, dalla possibile gravidanza indesiderata alle malattie sessualmente trasmesse. Ecco il parere ed i consigli degli esperti.
Con l'avvicinarsi delle vacanze estive, periodo in cui aumenta il livello emozionale, nei rapporti personali si deve dare maggiore importanza al sesso sicuro.
L'invito parte dall'Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da.), attraverso un opuscolo in distribuzione presso ospedali, ambulatori e farmacie.
donna uomo coppia vacanza bikini cappello tavolo ombrellone Il professore associato della sezione di clinica ostetrica e ginecologica dell'IRCCS Policlinico San Matteo Università degli studi di Pavia, Rossella Nappi, ha commentato così l'importanza dell'opuscolo distribuito: "Nel testo distribuito nelle strutture, molto viene puntato anche nel riconoscimento del ginecologo come "alleato della donna". Sono oggi moltissime le opportunità offerte alla donna per proteggere il proprio benessere fisico, psichico e sessuale. Questo grazie ad un'adeguata prevenzione sia contro le malattie a trasmissione sessuale, attraverso una corretta contraccezione scelta in relazione alle esigenze della donna, sia nel rispetto del desiderio di maternità, espressione piena della femminilità, conciliata con i molteplici ruoli professionali e di care-giver che la donna ricopre".
E Francesca Merzagora, direttore dell'Osservatorio aggiunge: "L'opuscolo nasce dall'impegno di O.N.Da e dalla collaborazione di esperti in ginecologia per informare le donne sulla gestione più adeguata della propria femminilità, coprendo un periodo di tempo che va dalla pubertà alla menopausa. Il rapporto tra la donna ed il proprio ginecologo è basilare per la prevenzione e la protezione della sua sessualità e più in generale del suo intero benessere. Un approccio questo che passa, per l'appunto, tramite il sesso vissuto con consapevolezza".
La donna, sin dalla più tenera età deve preservare la propria salute ginecologica e generale, dando maggior tutela sia alla propria condizione di fertilità che alla propria sessualità.
E l'estate, normalmente, è cattiva consigliera, con il calo naturale dell'attenzione che di solito si usa quando si instaurano rapporti interpersonali profondi.
uomo donna coppiaDurante la scorsa estate, c'è stato un'aumento del 12% della contraccezione d'emergenza, cioè la pillola del giorno dopo, rispetto ai mesi precedenti; aumento che, in settembre, ha interessato le malattie sessualmente trasmissibili e le gravidanze indesiderate.
Secondo i dati emersi dal Congresso Nazionale SIC e FISS, che fino al 26 Maggio si è tenuto a Taormina, l'anno scorso ci sono state circa 100mila gravidanze indesiderate, tutte concentrate nel periodo estivo.
Alessandra Graziottin, direttore del Centro di ginecologia e sessuologia medica del San Raffaele Resnati di Milano, ha così spiegato: "In ferie è doveroso non spegnere il cervello. La contraccezione d'emergenza deve essere utilizzata raramente, anche perché è una pratica non del tutto sicura rispetto alla pillola anticoncezionale. E invece siamo all'ultimo posto in Europa per utilizzo di quest'ultima, fermi a un 16,2%".
Una buona parte dei teenagers, circa il 37%, ha i primi rapporti sessuali senza nessuna protezione; ma anche gli adulti, gli over-35 non utilizzano alcuna precauzione, nè pillola, nè preservativo.
donna test gravidanza Tornando ai ragazzi più giovani, molti di loro sono convinti dell'efficaca del coito interrotto.
"Il coito interrotto è ritenuto affidabile addirittura da 3 ragazzi su 10 - spiega Rossella Nappi, del policlinico San Matteo di Pavia - nonostante provochi almeno 100mila gravidanze indesiderate l'anno: il 20% del totale".
E poi, come sopra citato, ricorrono alla pillola del giorno dopo; la gravità sta nell'uso di questa pillola come unico mezzo di contraccezione, quindi sesso non protetto con tutte le conseguenze che porta.
Per salvaguardare la salute ed evitare gravidanze o peggio ancora malattie gravi è bene fare contraccezione intelligente.
Se siete alle prime esperienze con un ragazzo o avete degli incontri casuali con partner conosciuti da poco, il consiglio è quello di usare sempre il preservativo ed evitare assolutamente il coito interrotto, perché non è sicuro.
Se invece il vostro rapporto è stabile, regolare e fidato, rivolgetevi al vostro ginecologo di fiducia e fatevi prescrivere la pillola anticoncezionale.
uomo donna coppia preservativoIl ginecologo vi spiegherà che le pillole di ultima generazione hanno pochissimi effetti collaterali e sono d'aiuto per altri problemi femminili, come acne e dolori mestruali.
Insomma, le esperienze sessuali, per essere piacevoli, devono essere vissute con serenità e quindi si al sesso sicuro ed assolutamente no al coito interrotto.

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento