8 marzo: ActionAid e l’impegno per l’empowerment delle donne

L’Associazione lancia l’infografica che accende un focus sulla tortuosa strada che una donna percorre verso il riconoscimento dei propri diritti fondamentali

8 marzo: ActionAid e l’impegno per l’empowerment delle donne mani unione mimosa fiore giallo "Che fai per l'8 marzo?" Forse per alcune donne questa è la frase che hanno sentito di più nell'ultimo periodo. Eppure oltre a chiedersi come festeggiare la Festa della donna, bisognerebbe ricordarsi per cosa è nata e cosa significa veramente.
La donna è sempre stata relegata ai margini della società, adatta soltanto al lavoro di cura, discriminata semplicemente perché donna. Almeno fino a quando il movimento femminista, nato nel 1848, non ha cominciato a lavorare per cambiare le cose. Oggi possiamo e dobbiamo ricordarci della lotta per l'emancipazione portata avanti dalle nostre antenate e che ha permesso ad alcune donne di vedere riconosciuti i propri diritti.
Ecco, abbiamo detto "alcune". Perché ancora oggi ci sono donne che lottano contro la discriminazione e le violenze, vittime di mutilazioni genitali (200 milioni di donne in 30 stati di Asia e Africa), di matrimoni precoci (22 milioni di ragazze sono sposate con uomini adulti), di analfabetismo (496 milioni non sanno né leggere né scrivere).
In occasione dell'8 marzo, ActionAid Italia vuole sensibilizzare tutti su questa difficile situazione della donna nei paesi meno fortunati, sebbene molti di questi problemi siano in realtà più vicini a noi di quando pensiamo. Si unisce allora al coro di voci per dire basta alla negazione dei diritti delle donne; voci che parlano di gender equality, di società civile, di riconoscimento dei diritti fondamentali.
Con l'infografica "Vita di donna: la strada verso l'empowerment", la Onlus intende inviare un messaggio chiaro e diretto: realizzare il cambiamento per le donne è tutt'ora possibile, l'importante è fare un lavoro costante per permettere il riconoscimento di diritti quali la salute, il lavoro, l'istruzione, la terra.
ActionAid ricorda quanto sia importante aiutare le donne attraverso:

  • La lotta a qualsiasi forma di violenza, sostenendo le vittime di maltrattamenti e discriminazioni, organizzando gruppi d'informazione e discussione per far capire quanto siano pericolose pratiche come le mutilazioni genitali femminili e incoraggiando le donne a denunciare.
  • La promozione del diritto allo studio, mediante l'organizzazione di corsi di formazione professionali per gli insegnanti, campagne di sensibilizzazione per bambini e genitori sull'importanza dell'istruzione e fornendo materiale scolastico e uniformi a bambini che vivono nelle famiglie più povere del Sud del mondo.
  • La lotta alla povertà femminile, promuovendo l'organizzazione di gruppi di discussione e alfabetizzazione, gruppi di risparmio e credito; organizzando corsi di formazione professionale ed avviando il dialogo con le istituzioni affinché il diritto alla terra sia riconosciuto anche alle donne.

Riconoscere il valore delle donne all'interno della famiglia e del sistema socio-economico è il primo passo verso un mondo più civile.

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento