Addio a Mariangela Melato, artista straordinaria

E' grande lutto nel mondo dello spettacolo. Mariangela Melato, dopo una strenua lotta contro la malattia che da anni la affliggeva, si è spenta tra la costernazione di colleghi, amici e fan.

Da poco ho appreso che un'altra grande donna se n'è andata: all'età di 71 anni si è spenta a Roma l'attrice Mariangela Melato.
Un grave lutto ha colpito il mondo del cinema, del teatro e della cultura; la signora Melato è morta nel Centro Antea per malati terminali all'interno del Complesso S.Maria della Pietà, dopo una lunga ed ostinata lotta contro la malattia che da tempo l'aveva colpita; al suo fianco fino all'ultimo, la sorella Anna.
Mariangela Melato

Chi era Mariangela Melato

Vincitrice di tantissimi premi, dal Davide di Donatello al Nastro d'argento, Mariangela Melato era una grandissima attrice, che nella sua carriera alternò ruoli drammatici a quelli da commedia; al cinema debuttò nel 1969 con il film "Per grazia ricevuta", con Nino Manfredi; ha lavorato con registi del calibro di Pupi Avati, Lina Wertmuller che la diresse nel film, capolavoro di interpretazione del conflitto sociale, "Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto", in cui la Melato era protagonista con Giancarlo Giannini.
Mariangela Melato
Con Giannini, ricordiamo anche altri suoi film famosi e brillanti esempi del cinema italiano anni '70: "Mimì metallurgico ferito nell'onore","Film d'amore e d'anarchia", "Casotto" e "La classe operaia va in paradiso".
La regista Wertmuller, appresa la notizia, commossa, ha così risposto ai giornalisti: "Lo so, volete un commento, due parole. Ma ora no".
Nata a Milano, entrò nel 1960 nella compagnia di Fantasio Piccoli, debuttò in "Binario cieco" di Terron.
Lavorò con Dario Fo dal 1963 al 1965 in "Settimo Ruba un po' meno" e "La colpa è sempre del diavolo".
Impersonò ruoli difficili nelle tragedie Medea (1986) e Fedra (1987) di Euripide e nelle commedie "Vestire gli ignudi" di Pirandello (1990) e "La bisbetica domata" di Shakespeare (1992).

L'ultimo spettacolo

La sua ultima apparizione risale al 2008, a Lugano, con lo spettacolo al palazzo dei Congressi "Sola me ne vo", un "one woman show", in cui l'attrice era accompagnata in scena da un una musicista e da un corpo di ballo di 6 boys che la celebravano, la corteggiavano e la seducevano.

Il ricordo di Ugo Pagliai

Intervistato da Sky tg24, l'attore ha dichiarato:
"Sono veramente addolorato. Mariangela Melato era una persona eccezionale e un'artista straordinaria di grande talento. Mariangela ha dato esempio di come si debba e si voglia fare lo spettacolo - ha proseguito Pagliai -. Passava dalla tragedia alla commedia e al musical con una grande facilità. Sapeva fare veramente tutto".
Mariangela Melato
Negli ultimi anni era diminuita la sua presenza cinematografica, forse anche a causa della crisi di un certo tipo di commedia all'italiana, ma l'attrice ci ha regalato ancora interpretazioni teatrali come "Chi ha paura di Virginia Woolf?" e "Il dolore" e qualche apparizione in tv, la più recente "Filomena Marturano" interpretata nel 2010 accanto a Massimo Ranieri.
In questo video, una delle sue ultime apparizioni in TV.

Ciao Mariangela, ci mancherai! Riposa in pace ❤

Lascia un commento e condividi con noi le tue opinioni in merito, saranno molto gradite.
Visita la nostra Home, troverai tanti argomenti interessanti; vieni a trovarci anche su Facebook, Telegram, Pinterest e Instagram, grazie.
❤❤❤ Grazie per la lettura ❤❤❤

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: