Giornata mondiale contro l'AIDS, #tiriguarda

1° dicembre, Giornata mondiale contro l'AIDS, una delle epidemie più distruttive che la storia ricordi. L’informazione e la prevenzione sono fondamentali per ostacolarla.

Quest'anno, il 1° dicembre 2018, che segna la trentesima edizione della Giornata Mondiale contro l'AIDS, il tema sarà "Hiv, conosci il tuo stato".
È già abbastanza triste che la gente muoia a causa dell'Aids, ma nessuno dovrebbe morire a causa dell'ignoranza.
*˛˚* *˛˚* *˛˚* Elizabeth Taylor

Dal 1988, sono stati compiuti notevoli progressi in risposta all'AIDS, e oggi tre persone su quattro che vivono con l'HIV conoscono il loro status. Tuttavia, c'è ancora molta strada da fare.
Giornata mondiale contro l'AIDS, ti riguardaI numeri continuano a essere preoccupanti: sono quattro mila le nuove diagnosi d'infezione da Hiv, con un incremento, registrato negli ultimi due anni, di nuove infezioni nella fascia d'età tra i 25 e i 29 anni.
In Italia, circa il 30% di persone continuano a favorire la trasmissione del virus, mentre a circa il 40% è stato diagnosticato in modo tardivo.
Il test dell'HIV è essenziale per estendere la copertura del trattamento e garantire che le persone che vivono con l'HIV possano condurre una vita produttiva e salutare.
E la Giornata mondiale contro l'Aids è nata proprio per risvegliare la coscienza sull'epidemia mondiale dovuta alla diffusione del virus Hiv.
Anlaids scende in campo, con la campagna #Tiriguarda.
Obiettivo diffondere la conoscenza della malattia causata dal virus Hiv, aumentare la prevenzione e combattere il pregiudizio: informare e sensibilizzare il maggior numero di persone, contrastare l'atteggiamento, purtroppo molto diffuso, di credere che le malattie sessualmente trasmissibili rappresentino un rischio lontano da ognuno di noi.
Riguarda tutti, nessun escluso. Con lo slogan "Ti riguarda", l'invito "Proteggiti e fai il test" è rivolto a tutti. Ribadiamo: nessuno escluso!
foto di Daniele Barraco #TI RIGUARDA CAMPAGNA ANLAIDS PER IL 1° DICEMBRE 2018 Giornata mondiale contro l'AIDS, La campagna è stata creata dal direttore creativo Paolo Iabichino, con la partecipazione di personaggi famosi come, tra gli altri, Giorgio Panariello, Tiziano Ferro, Fabio Volo, Rudy Zerby, che hanno prestato il loro volto, come spiega Bruno Marchini, presidente nazionale Anlaids Onlus:
«Grazie alla partecipazione sentita di tutti i personaggi che hanno aderito prestando il proprio volto a favore di una testimonianza coinvolgente e consapevole, la campagna parlerà dai muri di Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Genova, Mantova, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Roma, Torino e Treviso».
C'è anche un video, montato da Daniele Barraco, fotografo e film-maker autore delle immagini, con testimonial dai ritratti molto intensi catturati dal suo obiettivo per questo progetto, così spiegato dal suo creatore Iabichino:
«Questa è una campagna da leggere. Il mio scrivere è come uno specchio per chi avrà voglia di attraversare le parole, riconoscendosi nell'eventualità, che può essere remota fino a che non ci tocca. E invece il diffondersi del virus Hiv è qualcosa che ci riguarda tutti. Come uomini e donne, come genitori e figli, come mariti, mogli, amanti e individui cui la campagna chiede una maggiore consapevolezza rispetto ai temi che impegnano Anlaids ogni giorno. Non solo il primo dicembre».

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: