Miti e verità sulla pasta senza glutine

Mangiare alimenti senza glutine fa dimagrire? La pasta senza glutine è più nutriente? Ecco tutta la verità e i miti da sfatare e tutto quello che c'è da sapere sul glutine e i prodotti gluten free.

Sempre più spesso negli ultimi anni si sente parlare di glutine, di celiachia e di intolleranza a questa sostanza: ma di cosa parliamo esattamente? Il glutine è una proteina dallo scarso potere nutritivo, presente in molti cereali come per esempio il frumento, il farro, l'avena, l'orzo e la segale. Data la sua consistenza "collosa", il suo ruolo è quello di rendere elastici gli impasti a base di farine che lo contengono.
pasta cucchiaio ceramicaUltimamente è sempre più facile imbattersi nei supermercati in prodotti alimentari gluten free tra i quali spicca sicuramente la pasta senza glutine, sempre più diffusa e preparata con sempre maggiore attenzione al gusto e alla resa finale nelle preparazioni.
Riguardo al glutine e alla sua assunzione, però, circolano ancora diversi miti da sfatare, ecco i più comuni:

Tutti dovrebbero preferire alimenti senza glutine

Si e no: in linea di massima è preferibile che siano consumati dalle persone affette da celiachia - una malattia autoimmune (e non una semplice intolleranza!) che porta a un'infiammazione dell'intestino tenue conseguente all'ingestione di glutine - che hanno necessità di eliminare totalmente il glutine dalla propria dieta. Si tratta dell'unica terapia ad oggi conosciuta, che consente a queste persone di condurre una vita priva dei sintomi della malattia, che è cronica e incurabile con l'impiego di farmaci. Ci sono poi coloro che hanno sviluppato sensibilità a questa sostanza (senza però risultare celiaci): in queste persone l'ingestione di alimenti contenenti glutine comporta disturbi gastrointestinali, cefalea, sonnolenza e difficoltà di concentrazione, che si alleviano solo prediligendo alimenti gluten free. Oltre a questi due gruppi di persone, si possono considerare anche quelle persone alle quali è stata consigliata dal proprio medico una dieta che per un periodo escluda questa proteina ed infine troviamo, sempre più frequenti, gli sportivi che per ottimizzare le loro prestazioni scelgono alimenti gluten free. In ogni caso, è sempre meglio farsi seguire da un medico nutrizionista per trovare il regime alimentare più adatto alle proprie esigenze e al proprio stile di vita.

Mangiare alimenti senza glutine fa dimagrire

Non sono poche le persone che scelgono la pasta senza glutine, il pane preparato con farine gluten free e perfino biscotti e merendine adatti ai celiaci con la convinzione che siano meno calorici rispetto a quelli tradizionali. In realtà è forse vero il contrario: questi alimenti sono preparati solitamente con farine con un indice glicemico più alto (per esempio quella di mais o riso) di quella di frumento, nonché un quantitativo di grassi maggiori per motivi legati alla preparazione degli impasti.
pane senza glutineSe un dimagrimento c'è, avviene per lo più per la totale eliminazione di pasta, pane, biscotti e panificati in generale, ma è compensato da un aumento di peso nel momento stesso in cui questi alimenti vengono reintrodotti nella dieta. Ovviamente se si segue un regime alimentare corretto e bilanciato, questo effetto collaterale non sussiste, ma il tutto va controllato assieme ad un professionista del settore alimentare.

Gli alimenti senza glutine favoriscono la digestione

Scegliere pane o pasta senza glutine pensando di facilitare la digestione o eliminare i problemi gastrointestinali ha senso solo in caso si soffra di celiachia o di intolleranza al glutine o al grano. In caso contrario, non esiste alcuna correlazione tra una migliore digestione e la scelta di alimenti senza glutine.

La dieta senza glutine è più nutriente

Se non si soffre di celiachia conclamata, non c'è alcun motivo per eliminare dalla propria alimentazione questo complesso proteico. Anzi, privarsi del glutine senza una reale necessità significa privarsi di una sostanza nutritiva e di tutti i nutrienti - come carboidrati, sali minerali e vitamine - contenuti nei cereali. Insomma, la celiachia e l'intolleranza al glutine sono due problematiche da non sottovalutare assolutamente, ma attorno al glutine e alla sua pericolosità per la salute gravitano ancora tante credenze sbagliate del tutto senza fondamento. È perciò indispensabile non farsi tentare dalle diete fai-da-te ma scegliere sempre con attenzione cosa portare a tavola.

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: