Semplici regole per far navigare i nostri figli in sicurezza

Internet offre molte possibilità e potenzialità, ma possono trovarsi molti elementi di rischio, sopratutto per i più giovani. Alcune regole possono essere utili per far navigare in Rete i nostri ragazzi e i bambini in sicurezza, tutelandosi in modo da evitare situazioni e incontri spiacevoli.

Con l'aumento del successo dei vari social network, Facebook in modo particolare, molte persone hanno messo sempre più in vetrina la loro vita privata.
Genitori e ragazzi fanno a gara a chi pubblicizza di più foto e tratti della loro quotidianità, senza preoccuparsi minimamente dei rischi e conseguenze che possono correre.
navigare su Internet ragazzi

Genitori, figli e i social network

I genitori di bambini di età inferiore ai 10 anni hanno una forte preoccupazione a riguardo, ma inizia a scendere con i figli più grandi.
Molti ragazzi affermano che i genitori si fidano di loro quando sono on line su internet e molti di loro, di età superiore ai 10 anni, navigano da soli o con qualche coetaneo.

I rischi del WEB

Forse ad alcuni genitori non è ben chiaro il rischio che i loro figli corrono, di come potrebbero essere turbati e sconvolti da alcuni incontri su internet.
Sono ancora pochi i genitori che controllano i siti visitati dai figli e che hanno buone informazioni sui sistemi di sicurezza in rete, bloccando e filtrando i websites non adatti ai minori.
ragazzi navigare Internet madre figlio
È chiaro che l'uso del web da parte dei piccoli può essere un accrescimento per la loro formazione a patto che ci sia un forte controllo da parte degli adulti così da evitare loro spiacevoli incontri e spiacevoli visioni.
Ecco alcuni dei gravi pericoli che esistono in rete:

  • contatti con persone sconosciute
  • pedofili che adescano minori on line
  • visione di materiale pornografico
  • abuso dei dati personali

e ancora altro, come episodi di bullismo e anche l'uso eccessivo di internet da parte dei bambini, che poi avranno gravi disagi a livello scolastico, perdita di sonno e anche di vita sociale.

Come proteggersi

Una cosa importante da fare è controllare che il computer sia protetto con buoni programmi antivirus e antispam.
Attivando dei sistemi specifici, come il filtro SmartScreen® di Windows® Internet Explorer® si possono rilevare i siti web di phishing: il phishing on line induce con l'inganno gli utenti a dare informazioni personali o finanziarie attraverso un sito web o un messaggio di posta elettronica.
Una delle regole più importanti che i genitori devono insegnare ai propri figli è quella di non inserire dati personali su internet; devono sempre diffidare dei messaggi d'allarme, richieste d'aiuto e vincite.
Anche la segnalazione di virus deve essere diffidata, basta il programma già inserito nel PC.
genitori figli navigare Internet padre figlio computer
Inoltre, raccomandazione molto importante è controllare che i più piccoli non inseriscano le loro foto nel web o le inviino via mail a richieste sconosciute; non lasciate che si chiudano in camera da soli a chattare, soprattutto con la webcam.
Cercate di stare molto attenti, con poche regole è possibile far navigare in sicurezza i nostri figli in questo mondo immenso che è internet. Come tutti i genitori sanno, è compito loro raccomandare ai figli la massima prudenza, il rispetto verso se stessi e gli altri.
Tutto questo deve essere fatto sia nella realtà che nel mondo virtuale; così come diciamo ai nostri figli di essere diffidenti nei confronti degli estranei, sopratutto se hanno degli atteggiamenti sospetti, allo stesso modo si deve insegnare loro ad essere molto prudenti quando si naviga e ci si imbatte con degli sconosciuti su Internet.

Cosa i minori non devono fare quando navigano in Internet

  1. Non condividere la password, neanche con gli amici; meglio usare password complicate con inclusi caratteri alfanumerici.
  2. Non dare mai informazioni personali (numero di telefono, codice fiscale, età, indirizzo di casa o della scuola che si frequenta, nome, età, nome di amici ecc.)
  3. Non partecipare a concorsi on line
  4. Non rispondere a messaggi che li facciano sentire a disagio o confusi; il minore deve ignorare subito il mittente, interrompere la comunicazione e riferire l'accaduto ai genitori o ad un adulto di cui si fidano.
  5. Non accettare mai incontri con persone conosciute in chat; fra le minacce più serie e gravi c'è quello che viene chiamato "grooming", cioè l'adescamento online di minori, che avviene principalmente attraverso l'incontro in Rete con persone sconosciute e la condivisione di informazioni personali, soprattutto attraverso le chat. La voglia di socializzare tipica dei bambini ed adolescenti, li porta a comportamenti pericolosi (quasi sempre tenendo all'oscuro i genitori) come appunto la decisione di incontrare persone conosciute on line.
  6. Non rispondere a provocazioni ricevute, meglio ignorare e comunque mai usare linguaggio volgare o grossolano nei messaggi on line.

Chiaramente tutto quanto sopra scritto deve essere inteso non a creare allarmismi o totale diffidenza nei confronti di Internet e di tutti i motori di ricerca; il discorso va posto in modo tale da far capire ai nostri figli quali sono i siti che possono visitare, perché adatti alle loro attività di gioco o per ricerche scolastiche.
I genitori possono fare una lista sui siti web che possono essere visitati dai loro figli e devono insegnare loro l'importanza di difendere la propria privacy on line.

Lascia un commento e condividi con noi le tue opinioni in merito, saranno molto gradite.
Visita la nostra Home, troverai tanti argomenti interessanti; vieni a trovarci anche su Facebook, Telegram, Pinterest e Instagram, grazie.

Ti aspettiamo!

❤❤❤ Grazie per la lettura ❤❤❤

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: