U2, The Joshua Tree votato come miglior album degli anni

Si tratta di uno studio condotto da BBC Radio 2 in occasione del National Album Day. Già considerato uno dei migliori nella storia della musica, l'album iconico della band irlandese e del suo leader Bono continua a impossessarsi record, conquistando il favore degli ascoltatori dell'emittente inglese.

Pubblicato nel 1987, "The Joshua Tree" degli U2 è l'album degli anni '80 preferito dai nostri amici britannici, secondo un nuovo sondaggio condotto da BBC Radio 2, in occasione del National Album Day del 10 ottobre 2020.

Per celebrare il National Album Day, che in questo 2020 cade sabato 10 ottobre, Sounds of the 80s di BBC Radio 2 ha organizzato un sondaggio per i suoi ascoltatori, per votare l'album più importante del decennio.

Nella classifica del sondaggio, al secondo posto si è piazzato l'LP dei Dire Straits e al terzo l'album The Stone Roses, album di debutto del gruppo inglese The Stone Roses, pubblicato il 2 maggio 1989.

La classifica miglior album anni ottanta

Ecco la classifica completa dei miglior album anni '80

  1. U2 - ‘The Joshua Tree'
  2. Dire Straits - ‘Brothers In Arms'
  3. The Stone Roses - ‘The Stone Roses'
  4. Michael Jackson - ‘Thriller'
  5. Guns N' Roses - ‘Appetite For Destruction'
  6. The Human League - ‘Dare'
  7. The Smiths - ‘The Queen Is Dead'
  8. Paul Simon - ‘Graceland'
  9. ABC - ‘The Lexicon Of Love'
  10. Prince - ‘Purple Rain'
  11. Kate Bush - ‘Hounds Of Love'
  12. Duran Duran - ‘Rio'
  13. Tears for Fears - ‘Songs From The Big Chair'
  14. Bruce Springsteen - ‘Born In The USA'
  15. AC/DC - ‘Back In Black'
  16. Deacon Blue - ‘Raintown'
  17. Frankie Goes To Hollywood - ‘Welcome To The Pleasuredome'
  18. INXS - ‘Kick'
  19. George Michael - ‘Faith'
  20. Pet Shop Boys - ‘Actually'

The Joshua Tree, miglior album degli anni '80

copertina albume The Joshua tree U2
L'album, influenzato dal country e dal blues, con With or Without You (una delle mie preferite), Where the Streets Have No Name e la mitica I Still Haven't Found What I'm Looking For, ha lasciato un segno indelebile oltre la Manica e non solo.

L'album The Joshua Tree

Prodotto da Brian Eno e Daniel Lanois, The Joshua Tree è il quinto album degli U2, pubblicato il 9 marzo 1987 dall'Island Records.
Ha vinto il premio come album dell'anno alla cerimonia dei Grammy Award del 1988 e, a oggi, occupa la posizione 26 nella lista dei 500 migliori album secondo la rivista Rolling Stone.

Le parole di The Edge

Commentando il risultato del sondaggio inglesa, The Edge, il chitarrista degli U2, ha dichiarato:
«'The Joshua Tree' ha cambiato tutto per noi come band. È stato scritto a metà degli anni '80, durante l'era Reagan-Thatcher, un periodo di grandi disordini. E in un certo senso ci sembra di essere tornati indietro, la politica è ancora così polarizzata.
Abbiamo avuto il privilegio di suonare The Joshua Tree dal vivo in tutto il mondo negli ultimi anni ed è quasi come se l'album avesse chiuso il cerchio. Siamo semplicemente entusiasti che le persone siano ancora in contatto con queste canzoni, notte dopo notte, anno dopo anno».

La tracklist originale dell'album "The Joshua Tree"

Testi di Bono, musiche di U2.

  1. Where the Streets Have No Name - 5:37
  2. I Still Haven't Found What I'm Looking For - 4:37
  3. With or Without You - 4:56
  4. Bullet the Blue Sky - 4:32
  5. Running to Stand Still - 4:18
  6. Red Hill Mining Town - 4:52
  7. In God's Country - 2:57
  8. Trip Through Your Wires - 3:32
  9. One Tree Hill - 5:23
  10. Exit - 4:13
  11. Mothers of the Disappeared - 5:14

In un documentario della BBC, Bono ha affermato che è stata la cantautrice inglese Kirsty MacColl a stabilire l'ordine delle tracce, inserendo per prime le sue canzoni preferite.

Il significato di Where the Streets Have No Name

Tratto da Wikipedia, il titolo della canzone, ispirata dal viaggio in Etiopia che Bono compì assieme alla moglie in seguito al Live Aid, fu spiegato dallo stesso Bono in un'intervista:
«Una storia interessante che mi raccontarono una volta è che a Belfast, a seconda della via dove qualcuno abita si può stabilire, non solo la sua religione ma anche quanti soldi guadagna: addirittura a seconda del lato della strada dove vive, perché più si risale la collina più le case sono costose. Puoi quasi dire quanto guadagna uno dal nome della strada dove abita e su quale lato della strada ha la casa. Questo mi disse qualcosa, e così cominciai a scrivere di un posto dove le vie non hanno nome.»
Bono

Adoriamo i feedback, quindi se ti piacciono i nostri articoli, faccelo sapere! Lascia un commento, e condividi con noi le tue opinioni o consigli in merito, saranno molto graditi.
Visita la nostra Home, troverai tanti altri consigli, ricette e argomenti interessanti; vieni a trovarci anche su Facebook, Instagram, Telegram e Pinterest, grazie.

Ti aspettiamo! 💖

Il passa parola è sempre utile e un tuo "Mi piace" molto gradito! (🌺◠‿^)
❤❤❤ Grazie per la lettura ❤❤❤

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter