Le acconciature femminili del XX secolo

Come si portavano i capelli una volta? Com'è cambiato lo stile delle donne e delle loro acconciature nel corso degli anni? Vediamo quali erano le tendenze e quali modelli dettavano moda attraverso tutti i decenni del XX secolo.

Video del Giorno

Le acconciature femminili del XX secolo donna capelli biondi occhi azzurri labbra rossetto rosso acconciatura anni 50 cinquanta fiocco fascia blu pois bianchi orecchini perla camcia quadri azzurro rosa biancoOgni decennio ha avuto i suoi stili e caratteristiche uniche. La mode cambiano di continuo, evolvendosi in base a ciò che caratterizza un'era: se prima del ‘900 (ma anche negli anni ‘70), le acconciature erano basate in gran parte su quello che succedeva nel mondo (guerre, politica, rivoluzioni sociali), oggigiorno siamo invece più interessati ai tagli che meglio si adattano alla nostra forma del viso o al tono della pelle, oppure a come Beyoncè o Kim Kardashian pettinano i loro capelli.
Passeremo attraverso tutti i decenni del XX secolo e vedremo come le acconciature sono cambiate nel corso degli anni.

1900: LA RIVOLUZIONE DELLO STILE

In questo periodo fu inventata la tecnica della permanente, la quale ha avuto una grandissima influenza su tutti gli stili dei decenni a venire. In questa decade sia acconciature lunghe che corte erano molto popolari, solitamente i capelli venivano fissati in cima o sulla parte posteriore della testa lasciando scorrere poche ciocche di capelli resi ricci dalla permanente.

1910: LA RAGAZZA "GIBSON"

La ragazza Gibson è ispirata ai quadri ad inchiostro di Charles Gibson (illustratore e esponente del movimento per l'indipendenza della donna all'inizio del secolo), immagine che si pensava incarnasse lo stereotipo di bellezza femminile. Queste donne, come ad esempio Evelyn Nesbit, pettinavano i loro capelli fissandoli in cima alla testa, lasciando però i capelli sciolti su un solo lato.

1920: IL TAGLIO "BOB"

Ricci e boccoli erano di moda in questo periodo, resi generalmente popolari da Mary Pickford e Lillian Gish. Ma questo è anche il decennio dell'acconciatura "Bob", sfoggiata per la prima volta dalla stilista francese Coco Chanel e resa famosa e diffusa in tutto il mondo da attrici come Clara Bow, Greta Garbo e Lousie Brooks. Lo stile prevedeva un'acconciatura corta (o con i capelli tirati all'indietro) con boccoli pendenti sulla fronte o sulle orecchie.

1930: LO STILE ONDULATO

Negli anni '30 le donne abbandonarono lo stile "Bob", tornando a delle acconciature più tradizionali, viste da molti come più vicine ad uno stile prettamente femminile. Donne come Jean Harlow, Vivien Leigh e Mae West sfoggiavano queste acconciature ultra-femminili caratterizzate da ondulazione morbide e fluenti, dette anche "Onde alla Marcell", prendendo nome dall'uomo al quale si accredita l'invenzione della piastra arricciacapelli.

1940: VICTORY ROLLS

I "Victory Rolls" erano molto alla moda negli anni '40; i capelli erano più lunghi e lo stile in generale era più sexy, sofisticato ed elegante. Questi sono gli anni in cui nasce lo stile pin-up, stile che è rimasto tutt'ora di moda. Secondo alcuni esperti, questo stile era ispirato ai propulsori dei jet della seconda guerra mondiale, portando attrici come Ingrid Bergman a farsi esponenti di questo stile morbido ed eccentrico, caratterizzato quindi da voluminosi riccioli che incorniciavano il viso.

1950: FRANGIA CORTA E LACCA

Le acconciature degli anni '50 furono ispirate soprattutto alle grandi attrici dell'epoca come Marylin Monroe, Audrey Hepburn e Lucille Ball. Gli stili variavano notevolmente, pur avendo un denominatore comune: una frangia corta sopra la fronte. Questo è anche il periodo dei capelli scolpiti, intoccabili e resistenti agli agenti atmosferici; grazie all'utilizzo di forcine, bigodini e lacca fissante, i capelli erano diventati marmorei e perfettamente pettinati.

1960: VOLUME E STRAVAGANZA

Gli anni '60 furono un decennio pieno di bouffants, beehives e pixie cuts. Questo fu il periodo in cui il primo dibattito presidenziale tra Kennedy e Nixon fu trasmesso in mondovisione per la prima volta; in questo modo anche chi era affianco i due presidenti divenne famoso ed esemplare, fu così che l'acconciatura a bouffant di Jackie Kennedy divenne un'icona a livello mondiale.

1970: IL MOVIMENTO FEMMINISTA

Gli anni '70 furono il decennio del movimento femminista, dei diritti civili e del movimento per il suffragio universale, e allo stesso modo le acconciature femminili seguirono questa tendenza. L'acconciatura più popolare in quel periodo era quella indossata da Farah Fawcett, uno stile lungo e sciolto, ma anche voluminoso e leggermente ondulato.
Di controparte gli anni '70 furono anche pesantemente influenzati dalla televisione e da Hollywood; in questi anni si vide un enorme aumento nell'utilizzo di strumenti di styling e cosmetici per capelli. Un'icona di quegli anni fu Cher, la quale, insieme a quasi tutta la generazione hippy, portava capelli lunghissimi e sapientemente resi lisci da piastre elettriche per capelli.

1980: LA NASCITA DI MTV

La nascita nel 1981 del canale MTV rivoluzionò radicalmente stili e idoli: le nuove generazioni non erano più solo affascinate dalle acconciature delle grandi star del cinema, ma cominciarono a prendere come esempio anche le celebrità nella sfera musicale. Un'icona di questo decennio fu Madonna la quale, con la sua abbondanza di pizzi e colori stravaganti, creò e perpetuò stili che divennero mainstream tra le ragazze di tutto il mondo.

1990: LA DECADE DI RACHEL GREEN

Al culmine della sua popolarità, lo show televisivo Friends è riuscito a dimostrare come una serie televisiva possa avere un'enorme influenza sulle acconciature femminili. Parliamo in particolare del personaggio interpretato dall'attrice Jennifer Aniston, Rachel Green, che con il suo taglio corto sulle spalle, modellato a scalare e con leggeri colpi di sole, divenne protagonista di innumerevoli riviste di moda e non.

2000: MTV COLPISCE ANCORA

Grazie alla popolarità delle piastre elettriche per capelli, come quelle proposte qui, le acconciature nel nuovo millennio divennero molto più eleganti e ordinate. Questi strumenti per lo styling dei capelli hanno permesso di trasformare i capelli in vere e proprie opere d'arte.
Nei primi anni del 2000, MTV diede vita ad alcuni show nei quali si parlava della vita dei teenager nelle privilegiate scuole superiori americane: show come Laguna Beach: The Real Orange County e The Hills, portarono il mondo ad innamorarsi della giovane Lauren Conrad, e di conseguenze della sua bionda chioma che rappresentava le spiagge californiane.
Ma MTV non si ferma qui; è proprio in questi anni che nasce e si sviluppa il movimento EMO, soprattutto grazie alla diffusione di videoclip musicali proprio da parte del famoso canale televisivo. Lunghe frange laterali erano la chiave per questo stile; i capelli erano prevalentemente tinti di nero, tagliati da meches a colori vivaci (rosa, rosso, azzurro).

Visita la nostra Home e vieni a trovarci anche su Facebook, Pinterest e Google+. Ti aspettiamo!

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: