Una carta ricaricabile prepagata per i figli

Quale carta di credito scegliere per tuo figlio adolescente? Ci sono molte soluzioni di pagamento reali per i giovani di 12-17 anni e per le famiglie che vogliono evitare i contanti. Vediamo quali sono e come funziona una app per i pagamenti, come ricaricare il credito e chi la può attivare.

Dare ai propri figli una piccola paghetta è un gesto educativo, che comincia a dare loro maggiore autonomia e li inizia all'apprendimento di come gestire i fondi disponibili periodicamente. Ogni famiglia consegna ai figli una classica paghetta, la cifra dipende poi dalle scelte dei genitori.
La scelta migliore per molte famiglie è quella di evitare i contanti, preferendo una carta prepagata ricaricabile, come YAP, che sono attivabili dai 12 anni in su.

Per creare un servizio in linea con le esigenze dei giovani (che non si separano mai dal loro telefono!), esistono ora delle app per i pagamenti su cui vengono integrate le carte prepagate. Di fatto, anziché tirare fuori il portafoglio e pagare con i contanti o con le carte, è sufficiente avere con sé il telefono.
genitori figli carta prepagata smartphone

Come funziona una app per i pagamenti

Le app per i pagamenti consentono, in pratica, di avere a disposizione sul proprio cellulare una carta ricaricabile prepagata virtuale gestita dal circuito Mastercard.

Con questo strumento un ragazzo può fare qualsiasi acquisto online, dagli app store, agli abbonamenti di serie TV e musica streaming, agli e-commerce. Si può pagare con l'app anche nei negozi fisici, appoggiando il telefono al POS proprio come se fosse una normale carta contactless.

Ma non è tutto, con l'app è possibile anche dividere automaticamente un importo da pagare (ad esempio il conto del ristorante) e inviare o ricevere piccole somme di denaro dagli amici, senza ritrovarsi con il portafogli pieno di spiccioli.

Ricaricare il credito sull'app

Si può ricaricare la carta dei ragazzi inviando loro l'importo necessario tramite app, in qualsiasi momento e con effetto immediato. In questo modo è possibile evitare che rimangano "al verde", soprattutto in caso di emergenze o quando sono lontani (per esempio quando sono in gita scolastica o durante una vacanza-studio).

I genitori possono associare la propria carta di credito all'app per ricaricare in pochi secondi, oppure effettuare un bonifico indirizzato all'IBAN di cui la carta prepagata è munita. È possibile ricaricare anche con i contanti, basta recarsi presso bar e tabacchi con terminali SISAL, comunicare i dati della carta e quanto si vuole ricaricare.
carta prepagata genitori mamma figlia smartphone laptop

La carta virtuale diviene fisica

Per chi lo desidera c'è anche la versione fisica della carta virtuale, comunque collegata all'app. Si tratta di uno strumento aggiuntivo che permette di prelevare contanti presso tutti gli ATM, in Italia e all'estero, o di pagare anche nel caso in cui il telefono si scaricasse.

Chi la può attivare

L'app di pagamento è attivabile dai 12 anni in su, previo consenso e approvazione dei genitori. Così gestire le piccole spese quotidiane diviene più semplice e i figli adolescenti potranno avere sempre a disposizione i soldi per tutto ciò di cui hanno bisogno, imparando anche a gestire il denaro, senza problemi di furti o di sicurezza.

Lascia un comento e visita la nostra Home, troverai tanti altri consigli, ricette e argomenti interessanti; vieni a trovarci anche su Facebook, Instagram, Telegram e Pinterest, grazie.

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: