Alla scoperta della Sardegna: i posti più belli da vedere

Il mare, la cucina, l'ospitalità della popolazione, ma anche i parchi. Sono davvero numerose le ragioni per le quali una vacanza in Sardegna è destinata a rivelarsi un'esperienza da sogno. Per scoprire il patrimonio naturale di questa isola e i suoi paesaggi splendidi vale la pena di visitare alcuni dei suoi parchi più importanti, a cominciare dal Parco Naturale Regionale di Molentargius, che comprende la zona delle Saline di Cagliari e viene annoverata tra le aree umide più importanti di tutta Europa. Da non perdere anche il Parco Nazionale dell'Arcipelago della Maddalena, che include ben 180 chilometri di costa e si compone di circa 60 isole: una vera e propria oasi incontaminata per tutti gli amanti del mare. Proprio in questo parco, per altro, è presente la celebre spiaggia rosa di Budelli.

Il Parco Naturale Regionale dell'Oasi di Tepilora

Cercando su Expedia hotel e alberghi in cui soggiornare in Sardegna non si dovrebbe escludere la provincia di Nuoro: qui, infatti, sorge il Parco Naturale Regionale dell'Oasi di Tepilora, la cui sede è ospitata a Bitti, centro della Barbagia. Tante sono le attività a cui dedicarsi, tra borghi in cui vengono prodotti formaggi spettacolari e giri in canoa sul Rio Posada.

Gli altri parchi della Sardegna

Nella lista dei parchi della Sardegna da scoprire non può mancare il Parco Naturale Regionale di Gutturu Mannu, ubicato nell'area montuosa del basso Sulcis: una location speciale, abitata dal cervo sardo e sorvolata dalle aquile reali. Chi desidera stare a diretto contatto con la natura si può dedicare al trekking o concedersi una passeggiata tra lecci, carrubi e mirti. Altrettanto suggestivo, anche se propone scenari del tutto diversi, è il Parco Nazionale dell'Asinara, che deve il proprio nome all'asinello albino, animale caratteristico di questa isola. Come noto, qui un tempo sorgeva un carcere di massima sicurezza; oggi, invece, l'Asinara è la destinazione di escursioni e tour guidati che partono da Porto Torres e Stintino e che permettono di osservare da vicino una vegetazione davvero variegata.

Per chi viaggia con i bambini

Nel caso in cui si abbia in mente di organizzare una vacanza in Sardegna con i bambini, una località consigliata è la Costa Rei, che si trova nella zona meridionale dell'isola e che si caratterizza per una distesa di sabbia bianca che si sviluppa per 8 chilometri. Nelle vicinanze è presente uno stagno: se si è fortunati ci si può imbattere in alcuni esemplari di fenicotteri rosa.
vacanza in Sardegna Porto Cervo

Le spiagge sabbiose della Sardegna

Più in generale, le mamme e i papà che viaggiano con i figli al seguito possono trovare in Sardegna un bel po' di spiagge sabbiose ideali per i più piccoli: un esempio tra i tanti proviene da Marmorata, situata a breve distanza da Santa Teresa di Gallura. Volendo, è possibile anche prendere un lettino e un ombrellone a noleggio; i fondali sono bassi e quindi adatti per i bambini. Per coniugare istruzione e divertimento, invece, è consigliata una visita al Parco Geominerario del Sulcis Iglesiente, che permette di conoscere la storia mineraria della regione.

In Sardegna in inverno

Non è detto che in Sardegna si debba andare in vacanza solo in estate: anche nel corso della stagione invernale, infatti, l'isola mette a disposizione un ampio ventaglio di mete interessanti. È il caso di Bosa, in provincia di Oristano, ma anche di Capo Pula, dove si possono visitare i resti di una città fenica. In Gallura, invece, ci sono le tombe dei giganti e i complessi nuragici di Arzachena, mentre nel Golfo dell'Asinara merita di essere esplorato il centro storico del borgo di Castelsardo.

Visita la nostra Home, troverai tanti altri consigli, ricette e argomenti interessanti; vieni a trovarci anche su Facebook, Instagram, Telegram e Pinterest, grazie.

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: