Come curare un raffreddore in modo rapido e naturale

Naso chiuso, starnuti, secrezioni, talvolta febbre, mal di testa o tosse: i sintomi del raffreddore sono fastidiosi, ma non gravi. Scopri come prevenire il raffreddore dai primi sintomi, con abitudini sane, consigli utili e rimedi naturali della nonna.

Il raffreddore è probabilmente una delle malattie più comuni e quella che incontriamo anche più spesso nella nostra vita.
Eppure ogni volta è la stessa storia: se il nostro sistema immunitario non è abbastanza forte da fronteggiarlo, si rischia di ammalarsi e di restare a letto per una settimana.

Cosa bisogna fare per curare il raffreddore? Quale trattamento è il più efficace?

Curare il raffreddore e ridurre il disagio

Quando parliamo di raffreddore, ci riferiamo a una malattia di origine virale, diffusissima tra la popolazione mondiale.

Questa malattia invernale provoca naso chiuso o con gocciolamento di muco, forti starnuti, tosse, mal di gola, a volte febbre e persino mal di testa forte.

È molto contagiosa ma, nella maggioranza dei casi, innocua e reversibile.

Per curare il raffreddore, i trattamenti antibiotici non sono raccomandati, perché i patogeni coinvolti sono virus e non batteri, salvo che non ci sia un'infezione batterica; sarà comunque il medico curante a valutare la situazione e decidere la cura più efficace.

D'altra parte, il paziente dovrebbe comunque trattare i suoi sintomi in caso di rinorrea, chiamata comunemente "naso che cola", per evitare una complicanza batterica come un'infezione all'orecchio o sinusite.
raffreddore uomo cappello donna soffiano naso fazzoletto carta divano casa
Per curare efficacemente il raffreddore e ridurre il disagio, bisogna fare:

  1. Pulire le cavità nasali.
    In caso di raffreddore, sono particolarmente indicate le irrigazioni con soluzioni saline che fluidificano il muco. Una pulizia del naso è sempre consigliata, anche se non si è raffreddati.
  2. Decongestionanti nasali
    Ci sono anche spray vasocostrittori decongestionanti che aiutano quando si ha il naso chiuso.
  3. Riposo assoluto
    Riposare accelera i tempi di guarigione dal raffreddore.
  4. Evitare gli sbalzi termici.
    In caso si dovesse uscire di casa, si consiglia di coprirsi bene, usando anche sciarpa e cappello.
  5. Farmaci da banco
    Per dare sollievo ai sintomi del raffreddore, si possono prendere dei farmaci per automedicazione, come gli antipiretici, per abbassare la febbre e contrastare malessere e dolori.

Come prevenire e proteggersi dal raffreddore

Questi semplici suggerimenti possono darti un valido aiuto su come prevenire il raffreddore.

  1. Lavarsi le mani
    Lavare e disinfettare le mani regolarmente con acqua calda e sapone per almeno 20-30 secondi. Fai attenzione a non toccarti il viso con le mani. La maggior parte dei virus è trasmessa attraverso le mani.
  2. Evita di avere le vie aeree troppo asciutte.
    Quando le mucose sono umide, respingono meglio i virus. Bevi abbastanza e metti una ciotola con acqua sul radiatore. Ciò consente di inumidire leggermente l'aria secca della stanza a causa del calore dei radiatori.
  3. Arieggia la casa
    Non surriscaldiamo la casa: apriamo le finestre per un'ora ogni mattina, o almeno 10-15 minuti per tre volte al giorno, per rinnovare l'aria all'interno, anche se fa un freddo pungente! Ciò ridurrà il numero di germi nell'aria e diminuirà il rischio d'infezione.

    Nel caso ci sia una persona già raffreddata: si fa uscire l'ammalato dalla stanza, si arieggia mentre si cambiano le lenzuola e si disinfetta la zona e poi, dopo aver chiuso la finestra, l'ammalato potrà tornare nel suo letto pulito.
  4. Idratarsi
    Sarebbe bene idratarsi bevendo molta acqua o anche tè o tisane. Tendiamo, però, a dimenticare quest'importante azione durante la stagione fredda, poiché abbiamo meno sete, ma il nostro corpo ha bisogno d'idratazione tanto quanto in estate!
    Cerchiamo di bere, durante il giorno, almeno 2-3 litri d'acqua.
  5. Fare attività fisica.
    Il movimento ci mantiene in forma e stimola il nostro sistema immunitario. Pratichiamo quindi sport e facciamo passeggiate tutti i giorni. Inoltre, l'attività fisica, ci aiuta a dormire meglio e fa bene al nostro morale!
  6. Mangia sano
    La giornata dovrebbe iniziare sempre con succo d'arancia, yogurt e vitamine, e continuare seguendo una dieta sana, come quella mediterranea. Anche gli integratori di vitamina D e i probiotici sono molto raccomandati per rafforzare il nostro sistema immunitario.
  7. Mangia frutta e verdura ricche di vitamina C.
    Ogni giorno cerchiamo di mangiare 7 porzioni di frutta e verdura, ricche di vitamina C. I super frutti da mangiare sono frutti di bosco, agrumi, kiwi, ananas e melone. Le verdure ricche di vitamina C sono piselli, cavoli, pomodori, patate, patate dolci e peperoni.
  8. Non fumare
    Vietato fumare! Il fumo indebolisce il nostro sistema immunitario e ci sono mille altri motivi per smettere.
  9. Dormire.
    Quando siamo stanchi, prendiamo i virus più facilmente. Abbiamo bisogno di 7-9 ore di sonno per notte; se possibile, facciamo, nel pomeriggio, un pisolino di 20 minuti max.
  10. Usa fazzoletti usa e getta.
    Starnutisci o tossisci in un fazzoletto di carta usa e getta. Se questo non è possibile, fallo nell'incavo del braccio. È più igienico che tossire o starnutire nelle tue mani. Non lasciare in giro i fazzoletti usati e lavati spesso le mani.
  11. No ai luoghi pubblici e affollati
    Per quanto possibile, nei periodi più a rischio, bisognerebbe evitare spazi chiusi e luoghi affollati (ad esempio i trasporti pubblici) e, in ogni caso, non toccarsi mai naso, occhi e bocca. Al ritorno a casa, lavarsi bene le mani è fondamentale. Bisogna rimanere a casa finché i sintomi del raffreddore non saranno scomparsi e fino ad almeno 24 ore che la febbre è passata senza aver fatto uso di un farmaco contro la febbre, come il paracetamolo.
  12. Evitare il contagio
    Se si hanno i sintomi del raffreddore, bisogna evitare il più possibile il contatto con altre persone, per evitare di contagiarli. Il raffreddore è molto contagioso e si trasmette per contatto e inalazione delle goccioline contenenti il virus.

Come curare il raffreddore con i rimedi della nonna

Per curare un raffreddore in modo naturale, ci sono alcuni rimedi molto efficaci, sebbene non siano cure miracolose. Non sarai in grado di curare un raffreddore in 24 ore, ma questi metodi possono aiutarti a ridurre i fastidi e lenire il mal di gola o la tosse.

  • Le tisane calde, come quelle al tiglio, alla melissa, al timo, menta piperita o cannella forniscono anche sollievo a naso e gola.
  • Un cucchiaio di miele, da solo o aggiunto al succo di mezzo limone, può dare sollievo alla gola.
  • Sempre il miele, un cucchiaio nelle tisane, è un ottimo rimedio per curare il raffreddore e lenire il mal di gola.
  • Brodo di pollo e zuppe calde.
    Una delle tradizioni più antiche consiglia una buona minestra calda con brodo di pollo, ricca di cisteina, un amminoacido naturale che fluidifica il muco, e sali minerali.

    Qualora il brodo di pollo non fosse gradito, si possono mangiare delle buone zuppe di verdura, magari con l'aggiunta di cereali o legumi, un po' di grana padano e un filo d'olio d'oliva. Un mix di proteine, sali minerali e micronutrienti che aiuteranno l'organismo a combattere il virus.

Suffumigi

I suffumigi a base di olio essenziale aiutano a liberare il naso chiuso; tra gli oli consigliati ricordiamo l'olio essenziale di eucalipto o di tea tree oil.

Come fare

  1. Si mettono 5-10 gocce di olio essenziale di eucalipto o di tea tree oppure un mix dei due oli, sul fondo di una capiente bacinella resistente al calore; poi si aggiunge acqua calda bollente.
  2. Si avvicina il viso sopra la ciotola a una distanza confortevole, che non dia fastidio e facendo attenzione perché il vapore può fare danni.
  3. Poi si copre la testa con un asciugamano pulito e si respira il vapore curativo; se non si resiste, basterà allontanarsi un po' per poi ritornare alla precedente posizione.
  4. Bisogna tenere vicino dei fazzoletti usa e getta per soffiarsi il naso.
  5. Ripetere l'operazione 2-3 volte al giorno.

Le gocce di olio essenziale sono indicative; se dovessero causare lacrimazione agli occhi, diminuite la quantità delle gocce.

Aromaterapia e bagno rilassante

L'aromaterapia unita al tepore rilassante del bagno è un rimedio imbattibile contro il raffreddore!
Per un rilassante e profumato bagno decongestionante serviranno:

  • 3 gocce di olio essenziale di lavanda
  • 3 gocce di olio essenziale di menta piperita
  • 3 gocce di olio essenziale di eucalipto
  • Una tazza di sale di Epsom
  • Barattolo di vetro con tappo ermetico

Come fare

  1. In un piattino miscela i tre oli essenziali, aggiungili al sale di Epsom e mescola bene con un cucchiaio di legno.
  2. Chiudi il sale aromatizzato nel barattolo di vetro, chiudi bene e conserva in un luogo fresco e asciutto.
  3. Quando fate il bagno, riempite la vasca a metà, aggiungete 2-3 cucchiai di sale aromatizzato e finite di riempirla. Immergetevi, respirate profondamente e rilassatevi!

Quando chiamare il medico

Di solito, una persona non ha bisogno di essere visitato da un medico per un raffreddore, salvo che non presenti uno o più di questi sintomi o segnali:

  • febbre alta (oltre 38-39°) e persistente oltre giorni;
  • febbre oltre 39° con dolori muscolari e stanchezza;
  • vomito o dolore addominale;
  • difficoltà di respirazione, come respiro accelerato o, al contrario, corto;
  • tosse persistente;
  • dolore o pressione al petto;
  • dolore all'orecchio;
  • ghiandole molto gonfie nel collo;
  • segni di disidratazione;
  • sonnolenza insolita;
  • confusione o disorientamento.

raffreddore donna coricata ltto soffia naso febbre

Che cosa stai facendo per prevenire il raffreddore? Hai consigli da dare o domande da fare?

Lascia un commento, faremo del nostro meglio per risponderti.

Visita la nostra Home, troverai altri consigli utili, tante ricette e curiosità.
Seguici anche su Telegram, Instagram, Pinterest e Facebook, grazie.

L'articolo è solo informativo, perché Think Donna non offre trattamenti medici né fa diagnosi. Le informazioni p indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.
Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter