Gengivite e gengive sensibili: le buone abitudini da adottare

Quando lavi i denti, dopo ogni spazzolatura, le gengive sanguinano e fanno male? Probabilmente è una gengivite. Perché succede? Come trattarla? Soprattutto, come evitarla? Ecco alcuni consigli e soluzioni naturali, per evitare e alleviare il dolore gengivale.

Le gengive meritano la nostra attenzione: gengivite, parodontite e altre malattie possono colpire questo tessuto rosa, supporto dei nostri denti.
Le gengive svolgono un ruolo importante per la salute orale e il mantenimento di una bocca sana.
Alcuni consigli possono aiutare e prevenire problemi più seri.
Gengivite e gengive sensibili: le buone abitudini da adottare dolore

Cura delle gengive: prendi un appuntamento con il dentista

Una delle migliori cure per la gengivite è una buona igiene orale, vale a dire lavarsi i denti in modo corretto e regolare, usando anche il filo interdentale, perché un semplice spazzolino da denti non può raggiungere ogni angolo della bocca.
Piccolo consiglio: prova uno spazzolino elettrico, la cui piccola testina s'insinua in luoghi inaccessibili.
Un buon collutorio per gengivite, assunto secondo le indicazioni dello specialista, può essere un valido aiuto per risolvere il problema.
Se le tue gengive sono gonfie, rosse e doloranti, la prima cosa che dovresti fare è fissare un appuntamento con il dentista. Poiché la gengivite non trattata può rapidamente degenerare in parodontite. E lì, non si tratta solo di perdita di sangue e dolore, ma di perdere i denti. Non c'è tempo da perdere, è necessario trattare il male alla radice!
È importante consultare rapidamente un dentista. Questo specialista può curarti prima che l'infiammazione si diffonda ai legamenti e alle ossa che sostengono il dente.
Per evitare questi inconvenienti, è importante lavarsi i denti almeno due volte al giorno, usare il filo interdentale e i collutori.
Il fumo di sigaretta e la mancanza di vitamina C possono contribuire a creare questi problemi gengivali. Sostituisci velocemente il pacchetto di sigarette per un kiwi o un'arancia!
Smettere di fumare e fare una vita più sana è fondamentale, anche per avere denti sani, bianchi e forti.

Gengive più fragili durante la gravidanza

Sì, anche le gengive sono indebolite durante la gravidanza sotto l'influenza degli ormoni.
Più dolorosi, sensibili e arrossate, tendono a sanguinare molto più facilmente.
Se stai pensando di avere un bambino o sei già incinta, fai una visita dal tuo dentista, che valuterà la situazione e ti dirà cosa fare.
Evita anche di consumare troppi alimenti zuccherini durante la gravidanza e assicurati di avere un'igiene rigorosa.
Per scongiurare di attaccare eccessivamente le gengive durante questo periodo, scegli uno spazzolino morbido per lavarti i denti delicatamente: fallo regolarmente e per diversi minuti.
Gengivite e gengive sensibili: le buone abitudini da adottare cure dentistaLa pulizia dei denti professionale, conosciuta anche con il nome di seduta d'igiene dentale professionale o detartrasi, è una buona idea: si tratta di un'operazione alla quale ognuno dovrebbe sottoporsi almeno due volte l'anno, per rimuovere in modo completo placca e tartaro, e di conseguenza prevenire l'insorgenza di svariate patologie del cavo orale.

Che cos' è la gengivite?

La gengivite è un'infiammazione delle gengive, purtroppo molto comune, che colpisce sette adulti su dieci, a un certo punto della loro vita.
Si manifesta con arrossamento, irritazione, gonfiore e dolore delle gengive quando si mangiano cibi caldi o freddi; il disturbo può portare, gradualmente, al sollevamento delle gengive, al sanguinamento e all'alito cattivo.
La causa principale della gengivite è l'accumulo di placca dentale (miscela di cibo avanzato, batteri ...).
Può essere favorita da un cambiamento ormonale (gravidanza, menopausa), malattia immunitaria, dall'assunzione di alcuni farmaci e da un'irritante protesi dentaria.

Come prevenire la gengivite?

La prevenzione inizia con una costante e corretta pulizia dei denti.
I denti devono essere puliti per due minuti almeno due volte al giorno, usando uno spazzolino di qualità e il filo interdentale, facendo attenzione a rimuovere i residui di cibo tra i denti.
Gengivite e gengive sensibili: le buone abitudini da adottare tubo dentifricio spazzolino bicchiere acqua vetroAssociato a buone tecniche d'igiene orale è molto efficace l'uso di collutori, come coadiuvanti della pulizia, che svolgono un'azione antibatterica temporanea, rinfrescano la bocca e combattono i sintomi dell'alitosi.
Se progredisce, può evolvere in parodontite, una vera patologia che interessa le gengive e l'osso del dente e che può portare alla caduta dei denti.
Per evitare questo, il modo più sicuro è consultare il proprio dentista.

I rimedi naturali contro la gengivite

È anche possibile ridurre l'infiammazione e calmare il sanguinamento con soluzioni naturali!
Sono i classici rimedi della nonna, che possono aiutare, ma, attenzione, non sostituiscono il dentista! Rivolgetevi sempre a un bravo professionista di fiducia.

Acqua e sale contro l'infiammazione gengivale

Il trucco di questo vecchio rimedio della nonna allevia efficacemente le gengive gonfie e sensibili, che tendono a sanguinare: il sale marino, ricco di minerali, pulisce, contrastando la crescita d'infezioni, decongestiona e lenisce il dolore.
La ricetta:
diluisci 1 cucchiaio di sale marino grosso in 1 bicchiere di acqua tiepida o calda, mescolando fino a farlo sciogliere.
Fai sciacqui alla bocca con questa soluzione, tenendo per 1 minuto, facendo attenzione a non ingoiare; per eliminare il sapore salato in bocca, sciacquare con acqua fresca.
Usa l'acqua calda e sale tre volte al giorno, dopo esserti lavato i denti, fino alla scomparsa dei sintomi.
Non farlo se le tue gengive sono particolarmente sensibili o sanguinano.

Salvia purificante

La salvia è un ottimo rimedio per trattare l'infiammazione della mucosa orale e sanificarla.
La ricetta: metti in infusione circa 3 grammi di foglie di salvia essiccate in 1 tazza di acqua bollente per 10 minuti.
Filtra e usa la soluzione come collutorio, almeno due volte al giorno, dopo aver lavato i denti.
Puoi anche massaggiare delicatamente le gengive con un batuffolo di cotone imbevuto d'infuso o masticare direttamente le foglie di salvia fresca.

Infuso alla malva calmante per gengivite

La malva ha proprietà lenitive, emollienti e calmanti e il suo infuso era molto usato in passato come ottimo rimedio naturale, sia per calmare i sintomi della gengivite sia come risciacquo del cavo orale.
La ricetta: metti in infusione, in una tazza di acqua bollente, uno o due cucchiaini di malva essiccata e tritata; filtra, lascia raffreddare e usala nei risciacqui, dopo la pulizia dei denti e prima di coricarsi.

L'articolo è solo informativo, perché Think Donna non offre trattamenti medici né fa diagnosi.

Visita la nostra Home e vieni a trovarci anche su Facebook, Telegram, Google+ e Pinterest. Ti aspettiamo!

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: