Pignolata di Messina in bianco e nero | Dolci di Carnevale

La ricetta originale siciliana della pignolata di Messina, la storia del dolce, com’era preparato alle origini a come lo troviamo oggi nelle pasticcerie del messinese, con la doppia glassa bianca e nera, preparata per il Carnevale e non solo.

Pignolata di Messina in bianco e nero | Dolci di Carnevale glassa cioccolato nera bianca al limone coriandoli stelle filanti azzurre giallo rosso nastro verde arancione piatto vetro tovaglia nera tavola legno scritta buon carnevaleA Messina, la bella città dello Stretto siciliano, il Carnevale è celebrato con un delizioso dolce in bianco e nero, profumato al limone e cioccolato: si tratta della Pignolata, specialità dolciaria tipica messinese.
Il dolce è molto popolare soprattutto nella Sicilia orientale, con varianti nella zona di Ragusa.Pignolata di Messina in bianco e nero | Dolci di Carnevale veduta vista panorama messina stretto porto madonna città mareSe volete prepararlo anche voi, ecco la ricetta originale.
Buon lavoro e buon Carnevale!

Pignolata di Messina

Pignolata di Messina in bianco e nero | Dolci di Carnevale glassa copertura cioccolato nera bianca al limone piatto portata ceramica bianca
Ingredienti per l'impasto

  • 750 g di farina 00
  • 12 tuorli d'uovo
  • 100 ml di alcol puro per dolci
  • strutto per friggere q.b.

Ingredienti per la glassa al cioccolato

  • 300 g di cacao amaro in polvere
  • 150 g di burro
  • 300 g di zucchero a velo
  • un pizzico di vaniglia
  • acqua q.b.

Ingredienti per la glassa al limone

  • 400 g di zucchero a velo
  • il succo di 4 limoni
  • 4 albumi

Preparazione

  1. Mettete i tuorli e l'alcol in un recipiente e, con uno sbattitore elettrico, iniziate a sbatterli energicamente, aggiungendo, poco per volta la farina, fino a ottenere un impasto omogeneo e compatto che tenderà a staccarsi dalle pareti del recipiente.
    Adesso mettete l'impasto ottenuto su un piano da lavoro; formate dei bastoncini, tipo grissini, sottili circa 7-10 mm, e tagliateli a pezzi piccoli un paio di centimetri ciascuno.Pignolata di Messina in bianco e nero | Dolci di Carnevale impasto pasta farina bastoncini grissini tocchetti gnocchetti piano di lavoro tegame pentola strutto frittura
  2. Frittura: mettete lo strutto in una pentola capiente e friggete i pezzetti di pasta, poco per volta, rigirandoli spesso, facendoli dorare.
    Non appena saranno cotti, metteteli a scolare su della carta da cucina assorbente.
  • Come preparare la glassa al cioccolato: fate sciogliere il burro a fiamma molto bassa, aggiungete, poco alla volta, lo zucchero a velo, il cacao setacciato, la vaniglia; aggiungete dell'acqua a filo, fino a ottenere la giusta densità. Lasciate intiepidire.
  • Come preparare la glassa al limone: in un pentolino antiaderente, mettete lo zucchero a velo e fatelo sciogliere a fuoco molto basso; quando lo zucchero inizierà a filare, versatelo in una terrina e, poco alla volta, aggiungete il succo di limone e gli albumi montati a neve.
    Mescolate molto bene per fare amalgamare bene gli ingredienti, fino a ottenere una glassa bianca e molto morbida.
  • Preparazione finale Pignolata di Messina: dividete i tocchetti di pasta fritta in due porzioni uguali.
    Versate una metà nella terrina con la glassa di cioccolato tiepida, amalgamando bene; versate l'altra metà nella glassa al limone e amalgamate bene anche questa.
    Mettete le due porzioni su un vassoio o piatto da portata, una accanto all'altra in modo da formare una piccola montagna bianconera. Fate asciugare le glasse almeno un'ora prima di servire.
    Potete prepararlo in un unico vassoio oppure in porzioni singole.

Pignolata di Messina in bianco e nero | Dolci di Carnevale dolce piatto bianco tavola legno tovaglia grigio limone cioccolato glassa nera bianca mini porzione singola monoporzione forchetta acciaio

Note storiche

  • L'origine della Pignolata di Messina non ha una data certa.
    La ricetta ha come base i famosi gnocchetti dolci fritti e quindi, probabilmente, le origini sono comuni sia agli struffoli napoletani, sia alla pignoccata palermitana e alla cicerchiata, dolce tipico dell'Italia centrale.
  • La glassatura in bianco e nero che differenzia il dolce messinese dagli altri, risale alla dominazione spagnola.
    Sin dai tempi più antichi, infatti, questo delizioso dolce era preparato in occasione del Carnevale, gli gnocchetti dolci erano raggruppati a forma di pigna ed erano ricoperti semplicemente con del miele fresco; i pasticceri messinesi, per accontentare la richiesta dell'aristocrazia spagnola dell'epoca, resero più raffinato e ricco il dolce, ricoprendolo con la duplice glassa limone/cioccolato tipica della Pignolata di Messina, che è quella che si può gustare ancora oggi nella città dello Stretto, non solo a Carnevale, ma anche tutto l'anno.

Pignolata di Messina in bianco e nero | Dolci di Carnevale glassata glassa cioccolato nera bianca al limone piatto bianco tavola legno dolce

  • La Pignolata di Messina è stata inclusa dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf) nella lista siciliana dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T).

🌺🌸🌺🌺🌸🌺🌺🌸🌺🌺🌸🌺🌺🌸🌺🌺🌸🌺
Visita la nostra Home, troverai idee, gossip, ricette e tanti consigli utili.
Venite a trovarci anche su Facebook e Google+ e seguiteci su Pinterest, grazie.
Il passa parola è sempre utile e un tuo "Mi piace" molto gradito! (🌸◠‿◠) ❤ 🌹
❤❤❤ Grazie per la lettura ❤❤❤

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: