Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore?

Care mamme, il vostro bambino ha la tosse e il naso chiuso per il raffreddore? Niente paura! Ecco tanti consigli e i rimedi della nonna, tutti naturali per alleviare e curare lievi malattie da raffreddamento.

Gli sbalzi di temperatura autunnali, aria condizionata, la persistenza del caldo seguita da freddo improvviso, situazioni tipiche del cambio di stagione, possono far raffreddare i nostri piccoli il cui sistema immunitario non è così forte come negli adulti.
E così, con l'inizio della scuola, i bambini, con molta probabilità, oltre ai compiti si porteranno a casa anche dei brutti virus influenzali.
Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? cameretta mamma donna capelli biondi legati cerchietto nero orecchini cerchio oro collana maglia nera tenda gialla quadri temperatura febbre bimbo figlio letto cameretta sveglia orsetto peluce pigiama cuscino libri comodino tazza te tisanaSe il bambino ha una leggera tosse, naso che cola, starnuti accompagnati da qualche linea di febbre, significa che soffre di raffreddore; spesso il disturbo si risolve da solo nel giro di pochi giorni.Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? bimbo febbre termometro bocca capelli biondi occhi azzurri viso orsetto peluche cuscino maglia verde guance roseeLo stesso organismo, infatti, attraverso le secrezioni, sia nasali sia lacrimali, si libera di tutto quel materiale (che altrimenti provocherebbe infezioni e infiammazioni più gravi) favorendo la guarigione fisiologica.
Bisogna quindi evitare di usare subito farmaci non appropriati come antibiotici e antinfiammatori che se usati in modo sconsiderato possono causare altri problemi di salute.
Inoltre, secondo una nota informativa dell'AIFA (Agenzia italiana del farmaco), è sconsigliato l'uso dei mucolitici nei bambini sotto i due anni d'età, invitando anche i pediatri a valutare il rapporto rischio-beneficio sui bambini più grandi.
Ecco quindi alcuni consigli da tenere a mente e i rimedi naturali per aiutare i bambini a sentirsi meglio e a rinforzare il loro sistema immunitario.

Come curare raffreddore e lievi malattie da raffreddamento

Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? bimbo soffia nasino chiuso fazzoletto capelli biondi occhi chiusi tazza tè righe colorate giallo arancione rosso verde rosa azzurro celeste viola limoni gialli limone verde spremiagrumi bianco miele spargimiele legno
Se il vostro bambino ha la tosse, il raffreddore, o malattie da raffreddamento, potete provare questi rimedi casalinghi dolci, efficaci e sicuri.

  1. Tanto riposo (valido per tutte le età)
    Che cosa fare: ci vuole energia per aiutare l'organismo a combattere un'infezione.
    Alcuni studi dimostrano che lo stress gioca un ruolo importante nella malattia; se il bambino è sotto pressione, a causa della scuola o degli amici, o qualcosa che accade in casa, una pausa di riposo può essere quello di cui ha bisogno per combattere i suoi sintomi.
    Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? Mamma donna capelli lunghi mossi castano chiaro biondo maglia azzurra celeste pantalone grigio figlia bambina bimba sorriso termometro verde bocca capelli castani orsetto peluche maglia bianca pantalone pigiama rosa soggiorno divano tavolo tazze tisane tè fette limone vaso fiori bianchi Che cosa serve: un luogo confortevole per il vostro bambino, in cui può riposare tranquillo.
    Lasciate che il vostro bambino guardi il programma televisivo preferito , oppure, se lo gradisce, portategli una nuova serie di pastelli e carta o libro da colorare. Anche un puzzle può essere gestibile a letto.
    Naturalmente, almeno che non abbia la febbre, non è necessario che il bambino stia a letto.
    A volte un cambiamento di scenario può essere molto utile, come ad esempio una veranda chiusa ma molto luminosa, confortevole quanto basta per farlo giocare o riposare. O un'ambientazione interna come il soggiorno o il salotto, può essere un luogo divertente con tanti cuscini su cui stare, magari vicino a voi che gli fate compagnia.
  2. Lavaggio nasale: è il primo consiglio dato dai pediatri in caso di raffreddori.
    In pratica è il lavaggio delle cavità nasali con una soluzione di acqua fisiologica.
    E' molto utile perché va a pulire le prime vie aeree dal muco in eccesso, libera il naso prevenendo altre complicazioni come sinusite e otite.
    Comodissimi i flaconcini monodose di acqua di mare sterilizzata, che si trovano in commercio, pratici anche quando si è fuori di casa.
    Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? nasino chiuso bambino neonato capelli biondi manina mano mamma flaconcino soluzione salina acqua mare pulizia cavità nasaliChe cosa fare: stendete il bambino sul fasciatoio o sul letto, facendogli inclinare la testa da un lato (mettete sotto la testa un asciugamano) senza spingerla troppo indietro, altrimenti il liquido andrà in gola facendo tossire il piccolo;fate molta attenzione, perché i bambini non gradiscono molto quest'operazione, sopratutto perché si devono tenere fermi.
    Introducete delicatamente il beccuccio del flaconcino in una narice e spruzzate il liquido con fermezza; girate il bambino dall'altro lato e ripetete l'operazione. Sulla confezione dei flaconcini ci sono comunque tutte le istruzioni.
    Nel caso il bambino è ancora un neonato, per liberare completamente il suo nasino dal muco, si può usare la pompetta aspirante.
  3. Suffumigi: da proporre ai bambini più grandicelli, sopra i 5-6 anni, magari come un gioco che però sarà utile per liberare i loro nasini chiusi.
    Come fare: mettete dell'acqua bollente in una ciotola, aggiungete un cucchiaio di bicarbonato e qualche goccia di olio essenziale di eucalipto.Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? suffumigi viso bambino asciugamano vapore ciotola vetro maglia arancioneFacendo molta attenzione, perché l'acqua è bollente così come il vapore, mettete un asciugamano sulla testa del piccolo e fate avvicinare il suo viso alla ciotola.
    Fate fare le inalazioni al piccolo per circa 10 minuti.
    ==> Un suffumigio con acqua bollente e 5 gocce di olio essenziale di melaleuca può essere utile in caso di catarro.

    E' assolutamente indispensabile che i bambini, quando hanno la tosse, bevano molto: acqua, tisane tiepide con miele (allevia il bruciore alla gola) succhi di frutta; inoltre, per tenere umide le vie aeree e sciogliere il catarro, è necessario che nell'ambiente in cui soggiorna ci sia una buona umidificazione.
  4. Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? bambina bimba capelli lisci biondi tosse viso pigiama rosa orsetto peluche cuscino Calmare la tosse: fastidiosa sopratutto di notte perché disturba il sonno del bambino.
    Che cosa occorre:
    == miele e limoneCosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? miele barattolo vetro nastro giallo limoni fette cucchiaino fiore margherita bianca limone gialloUn cucchiaino di succo di limone e uno di miele sono un ottimo rimedio naturale che aiuta ad alleviare i sintomi del raffreddore, grazie alla proprietà antisettica e batterica del limone, utile anche in caso di faringiti e tonsilliti, e a quelle antibiotiche, antivirali e cicatrizzanti del miele.
    Il miele inoltre ha proprietà espettoranti e fluidificanti.
  5. Avena
    E' molto utile per alleviare i sintomi delle malattie bronchiali e per calmare la tosse.
    Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? barattolo vetro miele spargimiele legno fiocchi avenaCome fare: preparate una tisana mettendo un cucchiaio d'avena in un quarto di litro d'acqua bollente; filtrate e fate raffreddare. Aggiungete del miele per dolcificarla e datela al bambino durante il giorno.
  6. Miele: per combattere le malattie da raffreddamento è bene scegliere le qualità di eucalipto o di castagno.
    Ottimo antibatterico naturale, ricco di minerali, il miele può essere usato puro (se gradito dal bambino) o somministrato nelle tisane e nel tè.cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? miele propoli glicolica honey and propolis barattolo vetro fiore giallo gerbera polline tappo sughero chiusura ermetica cucchiaio dosatore legno
  7. Per aiutare i bambini a sconfiggere virus influenzali e infiammazioni si può usare la
    propoli glicolica (senza alcool): per i bambini le dosi sono 10-15 gocce (20-25 per gli adulti) da inghiottire subito (facendo attenzione a non toccare con la bocca il contagocce) o da mettere su un po' di miele o zucchero.
    Ha proprietà immunostimolanti che attivano e stimolano il sistema immunitario e proprietà antinfiammatorie che riducono l'infiammazione delle mucose dell'apparato respiratorio.
    E' un ottimo rimedio, senza particolari contraddizioni fatta eccezione per i soggetti allergici.
  8. Ananas: quando stanno male, sopratutto se soffrono di mal di gola, i bambini possono fare fatica a bere tisane varie; Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? rimedi naturali centrifugato ananas succo frutta bicchiere vetro cannuccia bianco verde tavolapossiamo aiutarli con l'ananas, ricco di vitamine, sali minerali e bromelina che ha un'azione decongestionante.
    Come fare: preparate un centrifugato di un ananas maturo e datelo al piccolo durante tutto il giorno.
  9. Impacco di semi di lino: vecchio rimedio della nonna, utile nei casi di bronchite, per calmare la tosse secca e sedare gli attacchi di tosse violenta.
    Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? Mamma donna capelli castani lisci braccia mani maglia rosa figlia bimba dorme divano capelli biondi occhi chiusi febbre rimedi naturali coperta lana viola Come fare: mettete una tazzina di semi di lino e due tazzine d'acqua in un pentolino e fate bollire; mescolate prestando attenzione affinché i semi di lino non s'incollino, e non allontanatevi perché l'impacco è pronto quasi subito.
    I semi rilasciano una specie di colla (mucillagine) e l'impacco dovrà essere semi solido; mettetelo quindi su della carta da cucina, ripiegando i lembi del foglio come un fagottino.
    Mettete il fagottino ottenuto su un fazzoletto di cotone e ripiegatelo allo stesso modo; fate raffreddare finché il contatto sarà sopportabile.
    Fate attenzione nel caso dei bambini, se troppo caldo aspettate ancora un po', ma non deve raffreddarsi.
    Mettete l'impacco sulla parte alta del torace del piccolo, fermandolo con un foulard o una sciarpa per non farlo spostare. Tenetelo sulla zona finché non diventa freddo. Se necessario, ripetete l'operazione più volte al giorno.
  10. Olio d'oliva: ottimo rimedio per il nasino rosso e screpolato. Cosa fare se il bambino torna a casa con un raffreddore? nasino arrossato pelle screpolata olio oliva bottiglia vetro versato olive foglie bambina capelli corti biondi occhi azzurri maglietta rosa fucsia pois bianchi pantalone bianco strisce rosa pigiama raffreddore soffiare naso fazzoletto cucchiaio batuffolo dischetto cotone Basta spalmare un po' d'olio d'oliva sulla zona per lenire la pelle arrossata.
L'articolo non deve intenderci come consulenza medica, è solo informativo, perché Think Donna non offre trattamenti medici né fa diagnosi.
In caso di tosse persistente e insistente, febbre alta o altri sintomi, rivolgersi immediatamente al pediatra.

Lasciate un commento con i vostri suggerimenti, saranno ben graditi e se vi piacciono i nostri articoli, date uno sguardo alla tante categorie presenti nel nostro sito, come Salute e Bellezza. Veniteci a trovare anche su Pinterest, Telegram, Facebook, Google+ e.… un "Mi piace" ci fa sempre piacere (◕‿◕✿)¸ Grazie! ❤
Leggi anche Come aumentare le difese immunitarie con l'alimentazione

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: