Panelle palermitane ricetta originale: street food siciliano

Il pane e panelle di Palermo, la storia, le origini e la ricetta per preparare a casa lo street food siciliano per eccellenza.

Le panelle sono lo street food di Palermo per eccellenza.
Gustose frittelle di farina di ceci, nel capoluogo siciliano vengono gustate insieme alle crocché o cazzilli dentro un morbido panino ricoperto di semi di sesamo e conditi con sale e limone.
pane e panelle street food siciliano PalermoFonte immagine: Wikipedia autore Dedda71



Sono facilissime da preparare e ottime anche per un cocktail party, come aperitivo accompagnati da arancine mignon e pizzette, olive ascolane o altro.

Origini, storia delle panelle


Come per altri piatti siciliani, le origini delle panelle risalgono alla dominazione araba, a cavallo tra il IX° e l'XI° secolo.
Gli arabi erano esperti gastronomi e portarono sull'isola siciliana la ricetta di un impasto crudo, fatto con farina di ceci e acqua cotta sul fuoco, con la consistenza simile alla polenta ma dal gusto non troppo gradevole.
In seguito si scoprì che stendendo l'impasto in una sfoglia, tagliandolo a piccoli pezzi e fritto in una sostanza oleosa si otteneva un cibo molto buono.
Nacquero così le prime panelle, frittelle schiacciate e dorate.

La ricetta

pane panelle cornice fetta di limone

Ingredienti

  • 500 g di farina di ceci
  • 1,5l di acqua
  • sale e pepe q.b.
  • prezzemolo fresco
  • olio di semi per friggere
  • limone
  • panini al sesamo

La ricetta in dialetto...


Sciugghiti ‘nta un litru e mezzu d'acqua fridda 500 gr. di farina di cìciri, stannu attenti di nun faricci fari ghiommari, cu sali e spezi.
Facitila cociri arriminannu sempri finu a quannu si stacca sula di lu funnu di la pignata e sdivacatila allura ‘nta un piattu granni o ‘nta ‘na tigghia, spannennulla pi falla veniri fina.
Facitila arrifriddàri bona e poi tagghiatila a furmiceddi rettangulari. Friiti li panelli ‘nta un tianu cu ogghiu abbunnanti, senza falli culuriri troppu. Si mancianu cavuri assulu o mmenz' a lu pani c'un pizzicu di sali.

Preparazione

  1. In una pentola piuttosto capiente fate sciogliere la farina di ceci nell'acqua, aggiungete il sale (circa 10g o a piacere) il pepe, a piacere, e mescolate facendo attenzione che non si formino grumi; nel caso si formassero, potete usare un frullatore ad immersione per eliminarli.
  2. Cuocete a fuoco basso, mescolando di continuo con un cucchiaio di legno facendo in modo che non si attacchi al fondo della pentola; dovete ottenere una crema piuttosto morbida e ben compatta.
    Prima di finire la cottura, aggiungete il prezzemolo tritato.
  3. Versate l'impasto dentro un contenitore tipo quello per i plumcake, unto con un po' d'olio e coprite con pellicola trasparente per non far seccare le panelle.
  4. Aspettate che il composto si solidifica quindi ribaltatelo su un piano o un tagliere e tagliate delle fettine rettangolari, dello spessore di circa 5 mm; più sono sottili e più le panelle saranno croccanti.

L'idea in più...

Come contenitore potete anche usare una latta di olio di semi, quelle in alluminio: togliete il coperchio e versateci il composto; non appena sarà freddo, l'impasto delle panelle uscirà scivolando e vi sarà più facile affettarlo.


Un altro modo è quello di versare il composto su carta forno, coprite con altra carta forno e, con l'aiuto di un mattarello, stendete uno strato sottile dello spessore di 5 mm circa.
Tagliate tanti rettangoli regolari, lunghi 5 cm e larghi circa 7 cm e friggeteli.

Frittura

Versate abbondante olio in un tegame capiente; non appena l'olio sarà ben caldo iniziate a friggere le panelle, poche alla volta, per non far raffreddare l'olio.


Pochi minuti e le panelle saranno ben dorate e croccanti, mettetele su carta assorbente e conditele con del sale.
panelle fette frittelle di farina di ceci arancina street food siciliano carta assorbente

Come servire

Servitele come antipasto o alla palermitana, con panino al sesamo e non dimenticate una bella una spruzzata di limone.


Sono talmente buone anche da sole che una tira l'altra!
pane panelle cazziddi street food siciliano palermo
Se vi trovate a Palermo, provate uno dei più classici spuntini di strada palermitani, "U pani chi panelli e cazzilli", panino con panelle e crocchè, squisito!

Ti è piaciuta la ricetta delle panelle?

Provala e lascia un commento con la tua opinione, grazie.
Se i nostri consigli e suggerimenti ti hanno incuriosito, leggi anche gli altri articoli della nostra categoria Cucina.
Lascia, se vuoi, le tue opinioni nei commenti e condividi le nostre idee e ricette con le tue amiche e amici su Facebook, grazie.
Visita la nostra Home e vieni a trovarci anche su Pinterest, Instagram e Telegram, ti aspettiamo!
Il passa parola è sempre utile e un "Mi piace" molto gradito! (◠‿^)
❤❤❤ Grazie per la lettura ❤❤❤

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Commenti sull'articolo
  • otelcana 26 Set 2020

    A Palermo le panelle non si fanno rotonde. Rotonde si fanno, per quanto di mia conoscenza, a Termini Imerese. Informatevi e date notizie veritiere.

  • Giovanna Sangiorgi 27 Set 2020

    Ciao Otelcana, nel nostro articolo è chiaramente spiegato la forma rettangolare delle panelle palermitane; sappiamo bene che a Termini Imerese le panelle sono rotonde così come da altre parti della nostra bella Sicilia hanno altre forme particolari, in alcune zone sono persino semicircolari. Il nostro era semplicemente un consiglio in più per facilitare il lavoro di chi volesse cimentarsi nel preparare le deliziose panelle. Del resto, grazie a Dio c'è libertà di espressione, anche in cucina! Grazie per il tuo commento (✿◠‿◠)

Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter