Castagnole, la ricetta facile di Carnevale

In Italia, il carnevale è sinonimo di divertimento e prelibatezze fritte. Ecco la ricetta delle famose frittelle castagnole, palline morbide di pastella fritta cosparse di zucchero, diffuse, sin da epoca antica in diverse regioni. In versione fritta, con ripieno alla crema, alla ricotta e... al forno.

È tempo di castagnole! Sì, è arrivato il Carnevale!

Caratterizzato da rumori, colori e schiamazzo, con il Carnevale e le colorate sfilate in maschera, si cerca di liberare l'immaginazione e catturare un po' di gioia e felicità dopo tanto grigiore e stress della vita quotidiana.
E con la festa più pazza e divertente dell'anno arrivano anche i suoi dolci fritti, dolcissimi e goduriosi, come le castagnole, le dolci e morbide frittelle tonde, fatte con pastella fritta e cosparse di zucchero.
castagnole di carnevale ripiene di crema pasticciera zuccherini colorati
È una delle ricette più tradizionali durante il periodo di Carnevale, insieme alle Chiacchiere, Struffoli, Krapfen, Frappe e Graffe.

Storia e tradizioni

La ricetta delle castagnole è una delle più amate e del Carnevale e diffuse in molte regioni d'Italia.
È una ricetta molto antica, la prima trascrizione scritta si trova in un manoscritto del Settecento, custodito in un volume nell'archivio di stato di Viterbo.

Da Wikipedia:
«È stato ritrovato nell'archivio di stato di Viterbo un volume manoscritto del Settecento in cui sono descritte ben quattro ricette di castagnole, di cui una prevede la cottura al forno, che quindi non è stata adottata recentemente nell'intento di rendere il dolce più leggero, come spesso si crede.».

Della ricetta, che fa parte della tradizione culinaria di molte regioni, come Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Umbria meridionale, Abruzzo, Lazio, Marche, e in altre regioni meridionali come la Campania, esistono varie versioni, con o senza farcitura.
Il loro nome ricorda una piccola castagna, per via della loro forma, e sono deliziose!
bel piatto quadrato con castagnole zucchero semolato
Nella tradizione italiana le castagnole sono considerate uno dei simboli del Carnevale, come attesta anche un proverbio diffuso nei vari dialetti marchigiani; si riporta qui di seguito, espresso in anconitano:

In dialetto anconitano Italiano
"Fenito Carnevà, fenito amore
fenito a fà la pachia da signore
fenito de stacià farina in fiore
fenito de magnà le castagnole"
"Finito Carnevale, finito amore
finito il far la pacchia da signore
finito il setacciar farina in fiore
finito il mangiare castagnole"

La ricetta

Come preparare morbidissime Castagnole, secondo la ricetta originale

Durante il Carnevale, le castagnole le troverai in molte pasticcerie, ma sono facilissime da fare a casa.
Ecco gli ingredienti, la ricetta da seguire passo passo e piccoli segreti per un risultato perfetto.

Ingredienti

Dosi: per circa 30 castagnole

  • 200 g di farina 00
  • 40 g di burro
  • 6 g di lievito in polvere per dolci
  • Un uovo grande (peso con guscio di circa 70 g)
  • 50 g di zucchero semolato
  • I semi di una bacca di vaniglia*
  • La buccia grattugiata di un limone bio
  • Un cucchiaio di liquore all'Anice (o quello che preferite)
  • Un pizzico di sale

Ingredienti per friggere

  • 700 ml di olio di semi di girasole
  • 200 g circa di zucchero semolato da cospargere sulle castagnole

Occorrente

🍴 TIPO DI PORTATA dolci
📌 DIFFICOLTA' facile
PREPARAZIONE 15 min. + 30 min. di riposo dell'impasto
🍳 COTTURA 20 minuti
💰 COSTO basso
🍲 REPERIBILITA' ALIMENTI facile
🔪 ATTREZZATURE Un pentolino con bordi alti
Pellicola trasparente per alimenti
Schiumarola
Carta assorbente per alimenti
Carta da forno

Preparazione

  1. Disponi a fontana la farina e il lievito ben setacciati.
  2. Aggiungi al centro l'uovo, il liquore all'Anice, lo zucchero, il burro ammorbidito a temperatura ambiente e tagliato a pezzi, i semi della bacca di vaniglia*, il sale e la buccia grattugiata di limone.
  3. Partendo dal centro, inizia a impastare con le mani, amalgamando tutti gli ingredienti; il risultato dovrà essere un impasto denso e omogeneo e non appiccicoso.
  4. Crea un panetto morbido e avvolgilo con una pellicola per alimenti; lascia a riposare, a temperatura ambiente, per circa mezz'ora.
    mani di donna con in mano panetto impasto di pasta farina ricetta castagnole
  5. Trascorso il tempo, taglia dall'impasto pezzi di circa 10 g ciascuno e, lavorando con le mani, forma delle palline lisce; anche se l'impasto ti sembrerà unto, non aggiungere farina.
  6. Continua in questo modo fino a esaurimento dell'impasto.

Frittura

  1. Metti nel pentolino metà dell'olio indicato tra gli ingredienti e fai riscaldare a fuoco moderato per circa 2 - 3 minuti.
  2. Non appena l'olio sarà caldo, immergi una piccola pallina d'impasto come prova cottura, se sale a galla riempendosi di bolle, l'olio è pronto per la frittura. Se hai un termometro da cucina, la temperatura deve essere tra 173 e 175°C; se l'olio dovesse essere troppo caldo, aspetta che si raffreddi allontanandolo per qualche minuto dal fuoco.
  3. Immergi le castagnole nell'olio caldo alla giusta temperatura, pochi pezzi per volta (4 - 5 al massimo); girale con la schiumarola e tieni d'occhio la cottura. Le frittelle dovranno colorarsi a poco a poco.
  4. Quando saranno ben dorate, scola le castagnole e mettile su un recipiente con carta assorbente.
  5. Fai intiepidire leggermente le castagnole e poi versale in un recipiente con metà dello zucchero per la copertura.
  6. Poi, non appena saranno fredde, metti le castagnole su un piatto da portata e spolvera con altro zucchero, perché il primo avrà assorbito l'olio in eccesso.

Ecco pronte le vostre castagnole, morbidissime, croccanti e profumate!

I segreti

Se ben fatte, le castagnole saranno croccanti all'esterno e morbide all'interno e assolutamente non unte.
piatto dolci castagnole con zucchero a velo e cannella
Come si ottiene una castagnola molto morbida, in grado di resistere qualche giorno dopo essere stata fritta o cotta in forno?

Ecco i segreti per preparare le castagnole più morbide, quelle che ti fanno venire voglia di mangiare una dopo l'altra.

  1. La prima cosa da fare è prendersi cura dell'impasto che non deve essere troppo morbido né eccessivamente liquido e, soprattutto, deve essere arioso in modo tale che le palline si gonfino perfettamente.
  2. Il burro può essere sostituito con 30 g di olio di semi di girasole.
  3. Durante la frittura l'olio deve essere portato a una temperatura massima di 170°C / 338°F, in modo tale che le palline siano cotte perfettamente sia all'esterno che all'interno e che si gonfino senza ammollo durante la cottura.
    Dopo aver immerso le castagnole nell'olio, la fiamma dovrebbe essere abbassata in modo che le palline cuociano lentamente e rimangano morbide all'interno e croccanti e dorate all'esterno.
  4. Lo zucchero per la copertura finale: in molte ricette è scritto che si dovrebbe usare lo zucchero a velo, ma noi non siamo molto d'accordo su questa scelta.
    Consigliamo invece lo zucchero semolato per due motivi:
    - dà alle castagnole un tocco di dolcezza in più, essendo l'impasto poco dolce;
    - contribuisce a formare una crosticina caramellata sulle frittelle, mantenendo umido e morbido l'interno delle stesse.
    Comunque, alla fine, sono scelte personali, se preferite lo zucchero a velo, potete sempre metterlo, però aspettate che le frittele siano fredde.

* Come usare i semi di bacca

  1. Per facilitare l'estrazione dei semi di vaniglia, riscalda con le mani la bacca.
  2. Poi, su un tagliere o piano d'appoggio, appiattisci la bacca con le mani.
  3. Con un coltellino, ben affilato e appuntito, recidi le estremità della bacca e incidila per il lungo, tendendola ben ferma a un'estremità.
  4. Separa i lembi e, usando di piatto la lama del coltello, estrai tutta la polpa (i semi).
    bacca di vaniglia aperta coltelo lama semi
  5. Aggiungi quindi tutta la polpa estratta al composto (a freddo o a caldo). Ci vorranno circa 2 minuti.

Il consiglio in più

Quando avrete fritto metà delle castagnole, cambiate l'olio, in modo che le frittelle avranno tutte lo stesso colore e odore.

Conservazione

I fritti sono ottimi e fragranti appena preparati, tiepide o a poche ore dalla loro preparazione.

Le castagnole si possono conservare massimo per due giorni, ma, con il passare del tempo perdono la croccantezza e anche la morbidezza.

Se hai in programma una festa di Carnevale o prevedi di offrirle come dessert, ti consigliamo di prepararle il giorno stesso.

Castagnole cotte al forno

castegnole cotte al formo
Per chi non ama la frittura o preferisce una versione più leggera delle castagnole, potete cuocerle al forno, procedendo in questo modo:

  1. preparate l'impasto come sopra descritto, aggiungendo all'impasto altri 50 g di zucchero semolato.
  2. Dopo il riposo previsto per l'impasto e la preparazione delle palline, mettetele in una teglia su della carta da forno.
  3. Cuocete per circa 12 max. 15 minuti in forno già caldo a 180°C.
  4. Sfornate e fate raffreddare.

In questo caso spolverate con zucchero a velo; le castagnole cotte al forno si conservano per circa cinque giorni.

Farcitura

castagnole ripiene marmellata di fragole zucchero semolato
Come per quelle fritte, potete farcirle con crema, cioccolato, nutella, ricotta, confettura di frutta o con quello che volete.

Per la farcitura alla crema, potrebbe interessarti:
Come fare Castagnole di Carnevale farcite di crema, trovi due varianti pasticciera e al cioccolato.

Ingredienti per la farcitura delle castagnole alla ricotta

  • 300 g di ricotta fresca
  • 50 g di zucchero
  • a piacere, un pizzico di cannella

Preparazione

  1. In una ciotola, metti la ricotta, lo zucchero, la cannella e, con un frullatore o mixer, lavora bene gli ingredienti fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.
  2. Metti il composto di ricotta in una sacca da pasticcere con beccuccio lungo e riempi le castagnole.
    castagnole ripiene di ricotta
  3. Servi le castagnole cosparse di zucchero a velo.

Segui attentamente la ricetta e otterrai delle castagnole morbide davvero uniche e deliziose da fare e rifare.

Hai mai preparato le castagnole di Carnevale?

Lascia un commento, condividi con noi il tuo pensiero o i tuoi consigli, grazie!
Visita la nostra Home, troverai altri consigli utili, tante ricette e curiosità.
Seguici anche su Telegram, Instagram, Pinterest e Facebook, grazie.

Ti aspettiamo! 💖

E… un tuo "Mi piace" sarà molto apprezzato! (◕‿◕🌼)¸ Grazie! 💖

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Telegram: